Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Le diagnosi di professionisti privati emesse prima del 1° settembre 2012 saranno considerate valide anche se sprovviste del codice ICD10 e con la sola dicitura di dislessia, disortografia, disgrafia, discalculia.

Nelle diagnosi emesse dopo tale data dovranno invece comparire i codici ICD10 oltre che la specifica dicitura.

La segnalazione ha valore per ogni ciclo di studi e deve essere aggiornata al passaggio all’ordine di studi superiore. Ciò ad eccezione delle segnalazioni formulate durante l’ultimo anno di ogni ciclo scolastico che avranno validità anche per l’ordine di scuola successivo (es. le diagnosi formulate nel corso del V anno della scuola primaria saranno valide per la scuola secondaria di I grado ecc.).

Le diagnosi effettuate da privati e ancora non consegnate alla scuola dovranno essere portate direttamente dalle famiglie al Servizio di NPIA delle Ausl di competenza, che rilascerà il modulo di avvenuta consegna. Per quanto riguarda invece le diagnosi effettuate da privati e già consegnate alla scuola, il parere di conformità sarà inviato direttamente alla famiglia dal Servizio di NPIA delle Ausl.

Tutte le diagnosi effettuate da professionisti privati dovranno essere sottoposte alla valutazione del Gruppo di Conformità DSA (istituito presso ogni NPIA delle AUSL)

La diagnosi deve fare riferimento ai criteri di classificazione ICD10 esplicitando i codici diagnostici come di seguito:

►  F 81.0 Disturbo specifico della lettura (dislessia)

►F 81.1 Disturbo specifico della compitazione (solo disortografia)

►F 81.2 Disturbo specifico delle abilità aritmetiche (discalculia)

►F 81.3 Disturbo misto delle capacità scolastiche (dislessia e/o disortografia e/o discalculia)

►F 81.8 Altri disturbi evolutivi delle capacità scolastiche (disgrafia.)

►F81.9 Disturbi evolutivi delle abilità scolastiche non specificati (disturbo dell’apprendimento non altrimenti specificato). Così come specificato nell’ICD10 “l’uso di questa categoria deve essere per quanto possibile evitato e limitato ai disturbi non specifici”.

Nel caso di diagnosi di F 81.9 sarà cura del Gruppo di conformità analizzare la documentazione pervenuta relativamente all’appropriatezza dell’uso di tale codice diagnostico.

La diagnosi di DSA deve escludere difetti della vista dell’udito e sindromi neurologiche nonché situazioni ambientali di svantaggio socio-culturale e di inadeguata istruzione scolastica.

Clini Giuseppina Referente CRD e DSA di S. Nicolò Piacenza

In allegato troverete il documento in PDF da divulgare e condividere.

Pin It
Allegati:
Scarica questo file (Facciamo il punto su.pdf)Facciamo il punto su[ ]439 kB